FOLLOW Ell3

giovedì 21 maggio 2015

Giocomix 2015


Finalmente dopo tutti questi giorni trovo il tempo di scrivere dell'evento a cui ho partecipato lo scorso fine settimana, la sesta edizione del Giocomix. Per chi non lo sapesse il Giocomix è la più grande fiera della Sardegna dedicata al mondo dei videogames, dei giochi da tavolo, dei fumetti e dei cosplay che si è tenuta al Lazzaretto di Cagliari sabato 16 e domenica 17 maggio. Come ho detto più di una volta si tratta del mio mondo, di una fortissima passione, sì, perchè nonostante c'è chi possa credere che io sia il tipo di ragazza "frivola" per via della passione per la moda, in realtà non sa che sono molto più "nerd" che "fashion"
Come tutti i ragazzini del mondo, nel corso della vita ho avuto diverse passioni e per dei periodi sono stata dedita alla danza, a un genere musicale ben preciso, ecc.
Negli anni, crescendo, ho realmente capito quali fossero le mie predilezioni. La moda  e lo shopping sono certamente due di queste: fanno parte del mio quotidiano, del mio modo di essere. Amo tenermi informata su tutti i trend, adoro vedere con i miei occhi cosa sceglie di indossare la gente comune, quale "moda" il popolo deciderà di portare avanti rispetto ad un'altra, mi piace molto scrivere in generale, la moda è quindi, è diventata uno strumento per tenermi costantemente allenata nella scrittura. Imparo nuovi termini, nuovi modi di vedere le cose. La moda è arte e sono sempre stata affascinata da qualsiasi forma d'arte. Mi definirei creativa, ma non altro. Infatti, ho davvero poco a che fare con questo mondo: detesto uscire, detesto i locali, la mondanità, la gente con la puzza sotto al naso e nonostante io non ci sia mai stata, sono sicura che odierei persino il mondo delle sfilate e quel tipo di eventi.
Mi sono sempre sentita un pesce fuor d'acqua in molti contesti quotidiani e non, poi la mia passione per videogiochi, anime e cosplay si è rafforzata. Come un raggio di sole è arrivata Penso quindi Videogioco e anche se non posso parlare di popolarità in grossi termini, in breve tempo la pagina e il gruppo hanno preso quota. Essere "Elle" ha tirato fuori il mio vero IO anche online, che ormai è diventato il mondo reale per molti. Tutto questo mi ha portato a meravigliosi eventi in cui finalmente mi sono sentita bene, bene davvero. La passione per i cosplay è certamente fuori portata per le mie tasche, quindi al momento mi accontento di personaggi "poveri", ma comunque molto carini, e, cosa più importante, mi diverto da morire ad indossare i panni di qualcun altro! Dopo avervi annoiato con questo monologo, concludo ringraziando le persone che fanno sì che qualche volta non sia tutto grigio, ma tutto colorato, pieno di gioia e divertimento. Grazie alla mia anima gemella, che mi accontenta anche in questo



Potrete vedere le foto dell'evento e innamorarvi di questo magico mondo 
qui---> GIOCOMIX
Qui invece potrete vedere le mie foto---> Album GIOCOMIX 2015

martedì 19 maggio 2015

Balmain for H&M #HMBalmaination

Finalmente è stata annunciata la collaborazione più attesa dell’anno, quella di H&M con Balmain. Olivier Rousteing, direttore creativo della maison parigina lo ha annunciato sul red carpet dei Billboard Music Awards ieri sera, mostrando in anteprima alcuni dei capi che faranno parte della collezione. I vestiti sono stati indossati dalle icone del momento, Kendall Jenner e Jourdan Dunn. Per toccare con mano questa linea di abbigliamento e accessori (uomo e donna) che si preannuncia splendida, dovremo aspettare il 5 novembre. Sarà disponibile in circa 250 punti vendita in tutto il mondo e naturalmente online. Mi vedo già pronta davanti al pc allo scoccare della mezzanotte per acquistare il mio pezzo must. Adoro Balmain, e mi aspetto davvero una collezione super!




Potete leggere le dichiarazioni dello stilista qui 

venerdì 15 maggio 2015

Summer trend: sandali alla romana e gladiator

Ciao a tutti, come vi ho anticipato sulla pagina, sia i sandali alla schiava, che quelli da gladiatore, sono tornati di gran tendenza. Non a tutte piacciono e soprattutto non tutte possono permettersi di portarli. Non amo classificare le donne, però ammettiamolo, se non si hanno lunghe gambe affusolate, filiformi e soprattutto molto toniche si rischia un effetto salame davvero pessimo. Dai combattenti dell'antica Roma ai nostri giorni, in cui le donne vogliono sentirsi grintose come delle amazzoni, come delle "padrone"  del mondo con questo gioco di stringhe e lacci che può rievocare un piacere bondage
In questa primavera/estate 2015 potrete trovare tanti modelli, dai più classici, a quelli con borchie e frange.
Ecco cosa ci propongono i nostri negozi cheap preferiti:

Bershka


Deichmann




 H&M



 Mango


Pull&Bear


Stradivarius


Zara










                                            

mercoledì 13 maggio 2015

Casual look

Ciao a tutti, ecco il mio outfit di ieri mattina. Ho scelto un look casual, sui toni del bianco e del light blu per una mattinata molto soleggiata e abbastanza calda.







Total look: Bershka
Bag: Forever21

martedì 12 maggio 2015

Navy style per la Primavera Sulcitana a Portoscuso

Ciao a tutti, domenica scorso in occasione della "Primavera Sulcitana" sono stata nel paese di Portoscuso. Bancarelle, spettacoli, giochi, visite guidate, cibo e tanto altro. 
Vorrei ribadire che farmi fotografare mi imbarazza non poco, quindi scusate le mie foto poco "professionali"! Spero comunque che l'outfit vi piaccia.





T-shirt: H&M
Trousers: Bershka
Bag: Mango
Shoes: Stradivarius


venerdì 8 maggio 2015

Childfree l'avvento delle donne "moderne"


Ho sempre pensato che non avrei mai e poi mai desiderato dei figli. I bambini? Non mi sono mai piaciuti, mettiamoci poi allattamento, pianti, notti insonni, rinunce, pappe, pannolini, malattie, incontri con altri genitori, obblighi, ecc. Insomma, detto così è un vero incubo.
Negli anni molte persone, per lo più donne, hanno tentato di farmi cambiare idea, di dirmi che una vita senza figli è vuota e inutile. Tutto questo non faceva che aumentare il mio rifiuto: perché mai dobbiamo sentirci costretti a procreare? Perché dovrei omologarmi alla massa? E che cos'è tutta questa storia dell’orologio biologico?
Poi però è arrivato lui, l’amore della mia vita e con gli anni mi ha inconsciamente fatto cambiare idea sull'argomento …  E’ riuscito ad insinuare in me un mini istinto materno, questo sentimento va e viene: ci sono giorni in cui desidero seriamente essere madre, ma gli altri giorni invece prevale il totale rifiuto. Mi succede ogni volta che vedo dei pessimi genitori maleducati e ignoranti con a seguito i propri mostriciattoli appiccicosi e urlanti.
In quei giorni in cui sento quel piccolo istinto, mi metto a pensare: ho sempre il terrore della gravidanza, dei cambiamenti, del dolore, ma ancor di più della enorme responsabilità che si ha nel mettere in questo mondo un figlio. Non è facile riuscire ad insegnargli/le ad avere autostima, ad avere rispetto, a non essere violento/a ma allo stesso tempo a sapersi difendere, a prepararlo/la alla cattiveria della gente senza illuderlo/a che sia tutto perfetto come nelle favole, ecc.
Non pretenderò di essere un’eventuale mamma perfetta, la perfezione non esiste, ma credo fermamente che i due genitori debbano necessariamente essere concordi su tutte le questioni più importanti. Se nella coppia mancano il rispetto, la comunicazione e l’accordo, beh … allora è meglio non riprodursi MAI.
Un altro punto per me essenziale è la cura personale. Troppe donne usano la gravidanza come scusa per mangiare il doppio e trascurarsi. Non dimentichiamo che siamo prima di tutto donne, mogli e/o compagne. E’ fondamentale non far passare in secondo piano il padre. Prendersi cura del proprio corpo e della propria mente non è per nulla essere superficiali. Se non avete amore per voi stesse, non lo avrete nemmeno nei confronti di chi vi sta accanto.

Ora che conoscete il mio pensiero personale, passiamo a quello “generale”. E’ risaputo che questo argomento viene evitato da tutti. Forse non se parla spesso proprio per la delicatezza della questione, eppure, oggi moltissime coppie scelgono di non avere figli. Scelta incompresa da molti, specialmente dalle donne che si creano delle congetture nei confronti di chi non la pensa come loro: hanno qualcosa che non va? Vogliono sfuggire alle loro responsabilità? Sono egoisti che desiderano avere una vita “libera” o sono dei mostri che non sopportano i bambini?

Di conseguenza queste donne dispenseranno le solite frasi fatte:

"Perderai un'occasione."

"Non capirai mai il significato della vita."

"Sarai incompleta."

"Te ne pentirai quando sarai anziana."

"Cambierai idea."

"Non sarai mai una donna vera."

"Non capirai mai veramente l'amore."

Ho fatto qualche ricerca sulle cosiddette donne childfree e ho raccolto per voi alcuni dei motivi che le portano a fare questa scelta creando una lista di 10 “scuse”:

-l mestiere della madre è troppo pesante e troppo irreversibile (non si può tornare indietro);

-Trasformazione del proprio corpo;

-Possibili malattie alla gestante e al feto;

-L’aspetto economico. I figli costano davvero troppo.

-Logistica: nonostante l’era in cui viviamo, le donne si fanno carico di tutti gli aspetti della cura dei propri figli. Un impegno H24 che diventa un lavoro a tempo pieno;

-Pianeta sovraffollato. C’è chi pensa anche all'ambiente decidendo di non aggiungere bocche da sfamare in questo mondo in rovina.

-L’aspetto sociale: nel mondo c’è troppa delinquenza, troppa cattiveria;

-Disinteresse totale a provare dolori atroci, emorroidi, fastidi di ogni genere, muco, diarrea e chi più ne ha più ne metta. Per non parlare della ribellione adolescenziale e le altre questioni;

-Amore per la libertà, per il tempo da sole a ridere, piangere, riflettere, scrivere, leggere, uscire, dormire, ecc.;

-Femminismo: vogliono essere libere di fare qualsiasi scelta senza doversi giustificare.

Non so ancora cosa mi riservi il futuro, mi sono data un limite d'età per questo eventuale cambio di rotta e udite udite, ho anche dei nomi pronti.

In conclusione, dato che al 95% tutte le donne mamme sono esaurite, isteriche, apatiche, stanche, stressate, depresse, ecc. mi chiedevo se la loro insistenza nel convincere le altre donne a procreare sia in realtà una rappresaglia! Spero di non aver offeso nessuno con questo mio lunghissimo articolo.



mercoledì 6 maggio 2015

Passeggiate in città in una primavera che sa di estate

Ciao a tutti per la serie chi se ne frega, è probabile che io riesca a pubblicare più foto personali, dato l'arrivo ufficiale della bella stagione . L'altra sera sono uscita giusto qualche minuto per sbrigare delle commissioni, perciò l'outfit è più che semplice, ma spero che vi piaccia.





Shirt&sandals: Bershka
Denim: Tally Weijl
Sunglasses: Forever21


martedì 5 maggio 2015

Met Gala 2015

Ciao a tutti! Non potevano mancare le miei pagelle per un grande evento come il Met Gala. Non bastano due categorie questa volta... Così vi presento la categoria dei vestiti improbabili, quelli che ci fanno dire "ma perché?", quelli così assurdi da non poter essere giudicati semplicemente brutti.

FKA TWIGS in Christopher Kane, diciamocelo, questa ragazza è veramente bruttina e i suoi lool non aiutano. Orrore.

 KERRY WASHINGTON in Prada è davvero ingombrante in questo vestito rosa confetto in stile principessa di carnevale. Voglia scusarmi il Diavolo!

 LADY GAGA in Balenciaga, da una trasformista come lei non potevo certo aspettarmi un abito sobrio.

 RIHANNA in Guo Pei, il giallo è tanto in voga, ma sicuri che sta bene su un red carpet? Rihanna la regina delle domatrici del circo... Bocciata.

 SOLANGE KNOWLES in Giles Deacon, la sorellina della più bella e famosa Beyoncé di certo non è passata inosservata, ma probabilmente avrebbe avuto più successo a qualche evento legato a Star Wars... In questo caso è proprio una morte nera!

Dopo la classifica dei look improbabili, non può mancare quella degli outfit ultra trasparenti che non lasciano spazio all'immaginazione, quest'anno ce ne sono davvero tanti, direi troppi!

BEYONCÉ in Givenchy. Adoro Queen B, ma questa volta devo bocciarla. Davvero too much.

JENNIFER LOPEZ in Atelier Versace, questo abito non le dona per niente, l'età avanza e per quanto ci si tenga in forma, un vestito così è davvero troppo, persino per lei.

 JOAN SMALLS in Roberto Cavalli, odio le trasparenze, ma nonostante sia praticamente nuda, da brava top model quale è, porta questo abito viola in modo esemplare. Bella.

 KIM KARDASHIAN WEST in Roberto Cavalli, non mi sorprende di certo che scelta abiti che la fanno apparire ancora più curvy. Terribile.

 ZOË KRAVITZ in Alexander Wang, risulta sciatta nonostante l'effetto vedo non vedo. Orribile.

Passiamo agli abiti più brutti e/o insignificanti della serata... Ecco i 5 che ho scelto.

ALEXA CHUNG in Erdem, probabilmente aveva nostalgia dei divano nella nonna, o della carta da parati della zia zitella. Cara socialite, spero che sta volta non ti copi nessuno.

 Amal Clooney In John Galliano for Maison Margiela, il rosso le dona, ma questa gonna piena di balze mi fa venire le vertigini. Bocciata.

 CHLOË SEVIGNY in JW Anderson, la signora era reduce da una festa tirolese e non ha avuto il tempo di cambiarsi. Pessima.

 MARY-KATE & ASHLEY OLSEN come al solito amano nascondersi dietro volumi extra large e si invecchiano di 20 anni con questi modelli. Mi dispiace ma non capiscano perché vogliano a tutti i costi apparire brutte e scialbe

Finalmente passiamo alla classica delle meglio vestite. Le mie valutazioni sono state fatte anche in base all'età delle star, ai capelli e a tutto il contesto.

COURTNEY EATON in Dolce&Gabbana, nonostante non ami particolarmente gli abiti color oro, trovo che questo modello sia regale, elegante e le calzi a pennello. 6+

 OLIVIA WILDE in Prada sembra una diva d'altri tempi. 7+

 SOFÍA VERGARA in Marchesa, raramente la bella colombiana sbaglia un colpo. Anche questa volta è la mia preferita. 9+

 VANESSA HUDGENS in H&M è davvero deliziosa e trovo che sia super in forma. 8+

 ZENDAYA in Fausto Puglisi, normalmente non apprezzerei la stampa enorme di un sole, ma data l'età e la bellezza mozzafiato della "piccola" Zendaya ho deciso di premiarla. 7+

Che ne pensate?