FOLLOW Ell3

mercoledì 18 marzo 2015

Perfect body

Ciao a tutti, oggi voglio parlare di un argomento che immagino stia a cuore a molte di noi, ovvero la forma fisica. Specialmente noi donne, non siamo mai soddisfatte del nostro corpo e come se non bastassero le paranoie personali, siamo bombardate da canoni di bellezza pressoché irraggiungibili. Infatti, ogni tanto la “moda” cambia e in qualche modo non siamo mai “all’altezza” del mondo. C’è stato il periodo del magro è bello, le ragazze avrebbero venduto l'anima per un corpo da top model: alte, snelle e con poche forme. In seguito c’è stato il momento delle ragazze molto formose, con seni e fianchi generosi. Poi il momento delle curvy (e via tutti ad andare contro, anche pesantemente alle magre). Ora, credo fortemente che sia la volta delle “culturiste”. Non vedo altro che ragazze fissate col fitness e con la palestra. Più diventano  “grosse” più si piacciono e più piacciono agli agli altri.
Devo ammettere che certamente ho il mio ideale di fisico “perfetto”, ma non vado contro nessuno. Non sopporto appunto chi per moda o per gusti personali, attacca i fisici delle altre donne. Forse perché sono stata molto, molto magra (per problemi di salute, non certo per tendenza) e sentivo ogni giorno il disprezzo delle persone, voglio farvi leggere le parole di un’esperta in materia, Marianna Soddu, tratte da un articolo della rivistaElle”:

<<Attaccare le magre non ha senso, tanto meno accusarle di anoressia, questa è una malattia che colpisce il fisico, ma che nasce nella mente>>.

Quando è giusto dire “troppo magra”?

<<Solo nel caso in cui la magrezza sia forzata rispetto alla costituzione. Quando l’indice di massa corporea è incongruo rispetto ad altezza e corporatura. Tutto il resto è una questione di estetica: una persona deve piacere prima di tutto a se stessa. Se trovi sexy la pancia piatta a tartaruga e il deltoide definito e ti alleni in modo sano per averli, di certo male non fa>>.

Sono assolutamente d’accordo con le dichiarazioni di questa piccola intervista. 
La perfezione non esiste e che anche se è molto difficile, dovremmo accettarci per quello che siamo, stando attente alla nostra salute e tenendoci in forma. Quando leggo i commenti del pubblico del web in cui si definisce una ragazza troppo magra o troppo grassa, rabbrividisco. Il peso eccessivo, così come il sotto peso sono vere e proprie patologie da non sottovalutare e in certi casi da curare.


Torniamo all'ultimo trend in fatto di bellezza. Che ne pensate di tutte queste ragazze muscolose? A me il troppo non piace in nessun caso e sarà anche uno stereotipo banale, ma la donna mi piace donna, tonica e in forma, ma comunque femminile. Le ragazze che iniziano ad assomigliare agli uomini non mi piacciono proprio. Non confondiamo la vita reale con quella delle vere atlete, né con quella delle modelle.










martedì 17 marzo 2015

Pink coat

Ciao a tutti ecco uno scorcio di Cagliari e il mio look per il dottorato della mia best amica!










lunedì 16 marzo 2015

Ever green: il trench

Ciao a tutti, tra pochi giorni sarà primavera e mi sembra doveroso parlare di un capo spalla per le mezze stagioni: l'intramontabile trench, il classico impermeabile ispirato a quelli dell'esercito inglese, col tempo ridisegnato, rivisitato e diventato un must have della moda femminile. I colori più classici sono sicuramente il kaki, il beige e il blu, ma possiamo apprezzare anche le sue reinterpretazioni in rosso e in colori accesi come il giallo. 
Tra gli stilisti di punta che propongono questo soprabito in prima linea c'è il modello di Burberry, che continua ad essere uno dei più desiderati dal 1850.
Come di consueto però, non voglio parlarvi dei trench coat di lusso, ma bensì di quelli alla portata di tutte noi donne comuni mortali.
Fortunatamente infatti questo modello viene proposto ad ogni stagione anche dalla case di moda low cost. Vediamo insieme i modelli dei brand economici più conosciuti.



 H&M

 H&M

 H&M








 Zara




sabato 14 marzo 2015

Aspettando la primavera!

Ciao a tutti, lo scorso giovedì ho assaporato il sole di Cagliari con una breve passeggiata per le vie del centro. Ecco qualche scatto!





Giacca: H&M
Camicia e pantaloni: Bershka
Scarpe: no brand



giovedì 12 marzo 2015

Paris Fashion Week F/W 2015/16

Ciao a tutti, finalmente anche la Paris Fashion Week è giunta al termine. Mi aspettavo di più da Valentino, ma anche in generale (ad esempio Chanel, Lanvin...),mentre sono rimasta piacevolmente sorpresa da alcuni look di stilisti che normalmente ignoro (vedi Marant e Ungaro). Ecco i cinque nomi che ho scelto di rappresentare in questo post. 

Per la prima volta nella passerella di Elie Saab noto che non ci sono i dettagli particolarmente preziosi, né opulenti abiti da sera. Lo stilista libanese ha preferito concentrarsi su una collezione più audace, di ispirazione militare, che si allontana decisamente dal tipico magnifico glamour da red carpet che domina il suo stile. Nonostante io sia una grande fan del suo solito stile, ho apprezzato molto questa nuova collezione.





La collezione Emanuel Ungaro disegnata da Fausto Puglisi è caratterizzata da uno stile elegante che richiamagli anni ’80. Ricami, borchie e applicazioni di paillettes decorano le sexy ed elegante silhouette degli abiti.




 Isabel Marant non è certamente tra i miei nomi preferiti, ma questa collezione dal gusto urbano evoca una normalità che si adatta anche le ragazze comuni. Questi look sono davvero carini, mi fanno dire: "li indosserei domani". .




Questa collezione Saint Laurent si ispira alle bad girl. Abiti da prom in un mix tra rock e punk chic. Hedi Slimane da una visione contemporanea di quello che era l’archivio di Monsieur Yves: maxi fiocchi, pois, nude look, suit maschili. Sinceramente la mia preferita di tutta la kermesse parigina.





 La collezione Valentino non mi ha rapito il cuore questa volta. Nonostante tutto la premio tra le migliori per eleganza, raffinatezza e femminilità.




sabato 7 marzo 2015

Milano Fashion Week F/W 2015/16

Ciao a tutti, voglio mostrarvi alcuni dei look che ho preferito durante la settimana della moda milanese che è stata davvero ricca di eventi. Ho scelto solo due dei tanti nomi che si sono alternati sulle passerelle. Dolce&Gabbana non mi hanno deluso nemmeno questa volta. Una collezione da favola che ha reso omaggio a tutte le mamme del mondo (insieme alle modelle infatti, hanno sfilato i bambini e non dimentichiamo la bellissima Bianca Balti  in dolce attesa col pancione), colori confetto e fiori per giovani donne moderne che sognano un mondo incantato. Di chiara ispirazione nipponica la collezione di Elisabetta Franchi che accosta ornamenti orientali alle più occidentali giacche da smoking e camicette trasparenti. Iper femminile e sensuale. Adoro! 

Dolce&Gabbana

Dolce&Gabbana

Dolce&Gabbana

Elisabetta Franchi

 Elisabetta Franchi

 Elisabetta Franchi